ULTIMISSIME

La Polizia avvisa tutti di stare attenti alla truffa del Canone Rai. Ecco cosa fare…

Canone Rai 2016 – Attenzione alle truffe online e a domicilio (bisogna condividere velocemente su ogni profilo per riuscire ad avvisare in pochissimo tempo tutta la Popolazione). In attesa del decreto sul canone Rai 2016 è bene tenere a mente alcune avvertenze per evitare di cadere nelle truffe del canone Rai. L’azienda di viale Mazzini ha messo a disposizione il servizio online gratuito “Pronto la Rai”: dietro appuntamento è possibile essere ricontattati per risolvere le problematiche legate al canone Rai 2016. Sul sito della Rai intanto si chiarisce che in nessun caso saranno “richiesti dati per effettuare pagamenti on-line (numero di carta di credito o coordinate bancarie)” Non solo truffe al telefono: la Rai mette in guardia i contribuenti anche su sedicenti incaricati a domicilio.

Non ci sono addetti Rai con il compito di riscuotere il pagamento del canone a domicilio o di prendere i dati bancari degli utenti che non li hanno comunicati. Gli unici addetti sul territorio nazionale inviati dall’azienda televisiva italiana sono quelli che, previa comunicazione delle autorità, sono incaricati di informare l’utenza sugli obblighi derivanti dalla detenzione di apparecchi televisivi in attività (non per uso privato) sollecitando, in questa eventualità, la regolarizzazione della propria posizione. Si precisa altresì che essi non chiedono mai somme di denaro ma si limitano a rilasciare un bollettino di conto corrente postale 2105 da utilizzare per il pagamento del nuovo canone. In ogni caso devono essere muniti di tesserino personale di riconoscimento con la foto e l’indicazione della Sede regionale della Rai Radiotelevisione Italiana. (Fonte: pagina della Polizia ‘Una vita da social’)

AVVISATE TUTTI – DIFFONDETELO

SEGUICI SU FACEBOOK:

CONDIVIDI SU:

Lascia un commento:

commenti