ULTIMISSIME

Il video dell’arbitro che ha fatto discutere tutti gli sportivi del mondo.

L’ Arbitro (noto anche con i termini quali direttore di gara e ufficiale di gara) è colui che dirige ed assicura il rispetto delle regole, stabilite dall’IFAB, dalla FIFA e dalla FIGC, durante una partita di calcio.

All’arbitro è conferita tutta l’autorità necessaria per far osservare le regole del gioco nell’ambito della gara che è chiamato a dirigere e controllare.

In base a questa “autorità” spesso l’Arbitro viene chiamato anche “Ufficiale di gara”, essendo egli un Pubblico Ufficiale a tutti gli effetti, alla stregua di un Poliziotto o un Carabiniere, ma solamente durante la partita.

Il compito ufficiale dell’arbitro è quello di controllare che una gara di calcio si svolga sotto l’osservanza delle regole del gioco, coadiuvato, se presenti, dagli assistenti arbitrali, dagli arbitri di porta e dal quarto ufficiale.

Inoltre si deve assicurare che i palloni utilizzati nella gara e l’equipaggiamento dei calciatori rispettino i requisiti previsti. L’arbitro è inoltre l’unico cronometrista ufficiale della gara e deve prendere nota degli episodi accaduti nel corso della stessa.

Può interrompere temporaneamente la gara, sospenderla o interromperla definitivamente a sua discrezione, al verificarsi di ogni infrazione alle regole o a seguito di interferenze esterne, di qualunque genere esse siano.

L’arbitro deve intervenire su segnalazione dei suoi assistenti ufficiali per quanto concerne incidenti non direttamente controllati.

Deve inoltre far in modo che nessuna persona non autorizzata entri sul terreno di gioco, deve indicare la ripresa della gara dopo un’interruzione del gioco, deve inviare alle autorità competenti un rapporto con le informazioni relative a tutti i provvedimenti disciplinari adottati nei confronti dei calciatori e dirigenti (inclusi allenatori, medici, massaggiatori, operatori sanitari e collaboratori in genere), e a tutti gli altri incidenti eventualmente accaduti prima, durante e dopo la gara.

In base alla regola 5 del Regolamento, l’Arbitro assume “potere” e tutta l’autorità necessaria, dal momento in cui egli giunge presso l’impianto sportivo, e cessa quando a fine gara lascerà definitivamente lo stadio.

Inappellabilità delle decisioni dell’arbitro (wikipedia)
Le decisioni dell’arbitro che si riferiscono ai fatti di gioco sono inappellabili e l’arbitro può modificarle a suo insindacabile giudizio solo in caso si renda conto egli stesso di aver sbagliato o, a sua discrezione, a seguito della segnalazione di un assistente o del quarto ufficiale che lo porti a ritenere errata una sua decisione prima che il gioco sia stato ripreso o la gara non sia terminata. (fonte)

SEGUICI SU FACEBOOK:

CONDIVIDI SU:

Lascia un commento:

commenti