ULTIMISSIME

Disastro della funivia di Cavalese (1998) Cermis – Testimonianze

Il 3 febbraio 1998 alle 14:36 decollò dalla base aerea di Aviano un Grumman EA-6B Prowler del Corpo dei Marines, pilotato dal capitano Richard Ashby, il cui piano di volo era di svolgere un volo di addestramento a bassa quota.

Alle ore 15:13, l’aereo tranciò le funi del tronco inferiore della funivia del Cermis. La cabina della funivia, con venti persone, precipitò da un’altezza di circa 150 metri schiantandosi al suolo dopo un volo di sette secondi. Il velivolo, danneggiato all’ala e alla coda, fu comunque in grado di tornare alla base.

Nella strage morirono i 19 passeggeri e il manovratore, cittadini di stati europei: tre italiani, sette tedeschi, cinque belgi, due polacchi, due austriaci e un olandese.

I media italiani diedero forte risalto all’episodio e il presidente degli Stati Uniti d’America Bill Clinton si scusò per l’incidente alcuni giorni dopo, promettendo alle famiglie delle vittime risarcimenti in denaro, ma lo svolgersi delle indagini e l’esito dei processi incrinarono le relazioni tra Stati Uniti e Italia.

Nessun colpevole, un processo che terminò con l’impunità per quelle morti evidentemente considerate di categoria inferiore, la storia è scritta… questo è quanto accaduto quel giorno. Fonte

SEGUICI SU FACEBOOK:

CONDIVIDI SU:

Lascia un commento:

commenti